Radius: Off
Radius:
km Set radius for geolocation
Search

Il castello di Issogne è uno dei più famosi castelli della Valle d’Aosta. È situato nel capoluogo omonimo sulla destra idrografica della Dora Baltea e appare come una dimora signorile rinascimentale, creando una sorta di contrasto con l’austero castello di Verrès che si trova quasi di fronte al lato opposto del fiume. Appartenuto per secoli alla famiglia Challant, il castello conserva i caratteri di una elegante e raffinata dimora signorile della fine del Quattrocento.

Esternamente il castello appare come una dimora fortificata dall’aspetto poco appariscente, senza particolari decorazioni o affreschi e con le torrette angolari poco più alte del resto dell’edificio. ll castello ha pianta di forma quadrangolare. Uno dei quattro lati si apre su un giardino protetto dall’esterno attraverso un muro di cinta: qui si trova la famosa fontana ottagonale con l’albero del melograno in ferro battuto. Curiosamente l’albero presenta i frutti del melograno mentre il fogliame, forse per ragioni simboliche volute dall’artista, è quello di un’altra pianta: la quercia. Le pareti che si affacciano sul cortile presentano delle decorazioni che celebrano il casato degli Challant. All’ingresso del castello possiamo ammirare le lunette delle botteghe artigiane sotto le volte del portico che rappresentano squarci di vita quotidiana dell’epoca con la bottega del sarto, la farmacia, la macelleria.

Nell’ala orientale del castello, non visitabile, si trova un’altra loggia con volta a crociera, posizionata in corrispondenza della cappella, alcune stanze e disimpegni e le scale che conducono alle soffitte del castello. Secondo una leggenda su quel loggiato apparirebbe nelle notti di luna il fantasma di Bianca Maria Gaspardone, prima moglie del signore di Issogne Renato di Challant. Fu decapitata davanti al castello Sforzesco di Milano nel 1526 dopo una vita costellata di amanti e di intrighi sempre alla ricerca del potere. In molti l’hanno vista nell’ala ovest del castello: sembra che, durante le notti di luna piena, cammini reggendo la sua testa tra le mani. Si racconta che Il fantasma della contessa non riesca a resistere alla presenza di visitatori particolarmente avvenenti e che tenti ancora di sedurli cercando di scoccare un bacio sulle loro labbra.

Castello di Issogne - Albero

Opening Hours

Monday

9.00 - 19.00

Tuesday

9.00 - 19.00

Wednesday

9.00 - 19.00

Thursday

9.00 - 19.00

Friday

9.00 - 19.00

Saturday

9.00 - 19.00

Sunday

9.00 - 19.00

Dal 1 Luglio al 31 Agosto la chiusura è posticipata alle 20.00: Dal 1 Ottobre al 28 Febbraio gli orari sono: 10.00 - 12.30 | 13.30 - 17.00 (chiuso mercoledì) 10.00 - 12.30 | 13.30 - 18.00 (domenica e festività)

Login/Sign up