Radius: Off
Radius:
km Set radius for geolocation
Search

Il Castello di Sammezzano, circondato da un ampio parco, si trova nell’omonima località nei pressi di Leccio, nel comune di Reggello in provincia di Firenze.

Questa autentica meraviglia risale ai primi anni del Seicento, quando venne edificato in stile moresco dal Cavalier Ferdinando Odoardo Ximenes d’Aragona. Sull’onda della corrente culturale definita “Orientalismo” che si diffuse in tutta Europa dall’ inizio dell’ Ottocento e che vide in Firenze uno dei principali centri, Ferdinando iniziò a modificare la struttura esistente e realizzare nuove sale: la Sala d’Ingresso nel 1853, nel 1862 il Corridoio delle Stalattiti, la Sala da Ballo nel 1867 fino alla Torre centrale che riporta scolpita la data del 1889.

Riguardo al castello fu allo stesso tempo proprietario e committente; pur senza laurea fu ingegnere, architetto e geologo. Ciò gli permise di pensare, progettare, finanziare il castello realizzando in loco e con manodopera locale gran parte dei materiali di cui lo stesso è fatto.

Allo stesso tempo, come esperto ed appassionato di botanica, Ferdinando riorganizzò un’ampia area circondante il Castello, estesa circa 65 ettari, il cosiddetto Parco Storico. Collocò oltre 130 piante rare ed esotiche che dovevano introdurre progressivamente il visitatore o l’ospite alle meraviglie dello stile “moresco” della Villa-Castello.

Il Castello ed il suo Parco Storico costituiscono davvero un “unicum” di notevolissimo valore storico-architettonico ed ambientale. Il Parco vi contribuisce considerevolmente con un patrimonio botanico inestimabile, ne sono un esempio le sequoie della California che hanno trovato a Sammezzano condizioni ideali, come dimostrano le notevoli dimensioni raggiunte (oltre 50 metri) da questi alberi in soli 150 anni, rientrando tra gli alberi monumentali d’Italia.

Fu restaurato nella seconda metà dell’Ottocento da Ferdinando Panciatichi, erede degli Ximenes, con sostanziose modifiche ma accentuando ancora di più il sapore arabeggiante che lo rende simile, all’esterno, al sontuoso Taj Mahal.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, il castello fu convertito ad albergo di lusso, mentre oggi è visitabile solo in parte e solo in certe occasioni. Se ne prende cura il Comitato FPXA (Ferdinando Panciatichi Ximenes d’Aragona) che periodicamente organizza eventi al castello e visite guidate, sul loro sito potrete verificare le aperture disponibili nel corso dell’anno.

Pochi conoscono quest’oasi moresca nel bel mezzo della Toscana, chi si aspetterebbe di trovare un capolavoro fiabesco e misterioso a trenta chilometri da Firenze?

Castello di Sammezzano

Address

Our Address:

Località Sammezzano, 50066 Leccio FI

GPS:

43.7028469, 11.471824100000049

Login/Sign up