Radius: Off
Radius:
km Set radius for geolocation
Search

Il monastero di Torba si trova presso l’omonima località, nel comune di Gornate Olona, alle pendici dell’altura su cui è situato il parco archeologico di Castelseprio. L’insieme fa parte del sito seriale “Longobardi in Italia: i luoghi del potere” iscritto alla Lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO nel giugno 2011.

Utilizzato come avamposto militare durante il V secolo d.C, eretto allo scopo di controllare il passaggio lungo il fiume Olona di uomini e merci, venne in seguito utilizzato come bastione difensivo dai Goti, i quali edificarono un torrione e le mura difensive. Successivamente la costruzione venne occupata dai Longobardi che lo trasformarono in una stazione commerciale.

In seguito ospitò un gruppo di religiose benedettine, che aggiunsero all’edificio originale i locali che ospitavano le celle, il refettorio e la sala di preghiera, oltre a un portico a tre arcate e la piccola chiesa intitolata alla Vergine.

Venne poi abbandonato per diverso tempo fino a quando nel 1976 venne acquistato da Giulia Maria Mozzoni Crespi che lo donò al Fondo Ambiente Italiano, il quale ha provveduto a ristrutturarlo.

La Chiesa fu costruita utilizzando pietre di origine fluviale e al suo interno sono ben visibili i resti di un precedente edificio ecclesiastico. Inoltre sono presenti alcune tracce di pittura muraria ma a causa del loro stato di conservazione non permettono l’esatta identificazione dei soggetti.

Monastero di Torba

Mentre la Torre fu profondamente modificata a seguito della conversione del complesso in monastero: vennero costruite delle scale esterne in muratura, alcune feritoie furono trasformate in finestre e il secondo piano venne adibito ad oratorio monasteriale con pareti dipinte ad affreschi.

Tra questi uno raffigurante una monaca, il cui nome è scritto vicino alla figura: Casta Aliperga.

Vi è un altro dipinto che suscita una notevole curiosità nel visitatore, si tratta di un affresco che mostra un gruppo di otto monache in processione, tre delle quali senza volto.

Secondo una leggenda mentre veniva realizzato l’affresco, tre monache si allontanarono dal monastero, lasciando così incompleti i ritratti, nell’attesa di essere completati con l’eventuale arrivo di nuove monache, cosa però che mai accadde, perchè il luogo fu abbandonato. Le tre monache “senza identità” morirono nel corso degli anni e dato che non era stato completato l’affresco con le loro corrispettive immagini, si dice che i loro spiriti stiano ancora oggi vagando per i campi di Torba nel tentativo di rientrare nel dipinto.

Monastero di Torba - affresco

 

GUARDA ANCHE
[get_post excerpt=”290″ number=”3″ id=”445″ readmoretext=”Leggi Tutto” readmore=”yes”]

 

Address

Our Address:

Via della Stazione - fraz. Torba 21040 GORNATE OLONA (VA)

GPS:

45.7259481, 8.869196299999999

Telephone:
Web:
Contatta proprietario
Login/Sign up