Radius: Off
Radius:
km Set radius for geolocation
Search

“La realizzazione di un’opera di architettura e di arte sacra in un paesaggio naturale, per scopi didascalici e religiosi, ha raggiunto la sua più alta espressione nei Sacri Monti dell’Italia settentrionale e ha avuto una profonda influenza sui successivi sviluppi del fenomeno nel resto dell’Europa.[…] I Sacri Monti dell’Italia settentrionale rappresentano la riuscita integrazione tra architettura e belle arti in un paesaggio di notevole bellezza realizzati per ragioni religiose in un periodo critico della storia della Chiesa Cattolica”. Con questa motivazione, nel 2003, l’Unesco ha iscritto il sito nella Lista del Patrimonio Mondiale.

La nascita di questi complessi è legata ai luoghi santi dove cominciarono a svolgersi intensi pellegrinaggi sia per terra che per mare. Con la caduta di Costantinopoli, nel 1453, il pellegrinaggio verso la Terra Santa perdette le connotazioni di massa, per diventare un’avventura molto costosa. Fu così che, per dare la possibilità a chi non poteva affrontare i disagi di un tale viaggio, la Chiesa introdusse il pellegrinaggio verso località e santuari più accessibili.

I Sacri Monti sono posti principalmente nell’arco alpino, in prossimità dei laghi o al limite delle valli solcate dai fiumi affluenti del Po e percorse dalle vecchie importanti vie di comunicazione. La collocazione panoramica di questi complessi, su colli o monti, li ha fatti diventare un riferimento territoriale ben identificabile. Sono percorsi devozionali lungo i quali sorgono chiese, cappelle o calvari al cui interno vi sono statue, affreschi e pitture che raccontano episodi delle Sacre scritture. I nove Sacri Monti sono: Sacro Monte di Varallo Sesia (1486) Vercelli, Sacro Monte di Crea (1589) Alessandria, Sacro Monte di Orta San Giulio (1590) Novara, Sacro Monte del Rosario di Varese (1598) Varese, Sacro Monte di Oropa (1617) Biella, Sacro Monte di Ossuccio (1635) Como, Sacro Monte di Ghiffa (1591) Verbania, Sacro Monte di Domodossola (1657), Verbania Sacro Monte di Valperga (1712) Torino.

I temi narrati in ogni singolo complesso risentono delle devozioni proprie del luogo e del particolare momento religioso e culturale all’epoca della costruzione. A Varallo prevale quindi la vita di Gesù Cristo, a Orta di San Francesco d’Assisi, a Oropa della Vergine Maria, mentre a Varese e a Ossuccio è la preghiera mariana del Rosario che viene visualizzata nei quindici Misteri. Sono dei veri esempi di architettura del paesaggio, costituiscono inoltre un importante punto d’incontro per i fedeli e i cultori dell’arte.

Sacri monti

Address

Our Address:

Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia

GPS:

45.97477065021947, 9.17731470000001

Web:
Login/Sign up