Torino in un weekend

Torino in un weekend

Il modo migliore per visitare Torino, come tutte le città ricche di storia, arte e architettura, è quello di scoprirla a piedi e di utilizzare i mezzi pubblici solo per gli spostamenti più lunghi. La pianta quadrata della città, eredità del suo passato romano, renderà facile l’orientamento per il turista, il quale potrà considerare le principali piazze e i monumenti come punti di riferimento.

Come prima tappa c’è sicuramente Piazza San Carlo, l’elegante piazza pedonale che i torinesi hanno ribattezzato “Il salotto di Torino”. Sotto ai suoi portici si trovano eleganti negozi e alcuni dei caffè storici della città: uno di questi è il Caffé Torino, semplicemente stupendo, risalente al 1903 in stile Liberty, il primo bar ad avere avuto l’illuminazione. Ed è proprio davanti all’ingresso di questo bar che, per terra, si trova lo stemma del Toro dorato: se credete alla fortuna, tradizione vuole che calpestare i genitali del toro rampante porti bene! Una pestatina scaramantica male non fa!

Da Piazza San Carlo, percorrendo Via Maria Vittoria per un centinaio di metri, si arriva nei pressi del Museo Egizio. Si tratta del più antico museo egizio del mondo e il più famoso dopo quello del Cairo in Egitto. Fu fondato nel 1824 ed è dedicato esclusivamente all’arte egizia: tra i reperti in collezione si trovano mummie, sarcofagi, papiri, statue e molto altro ancora.

Dopo il Museo Egizio di Torino potete raggiungere Piazza Castello, la principale piazza pedonale della città, la quale può essere considerata il cuore di Torino: da essa si diramano le principali vie cittadine dedicate allo shopping: Via Garibaldi, Via Po e le lussuose Via Lagrange e Via Roma. Al suo interno si trovano il Palazzo Reale, la più importante tra le residenze sabaude del Piemonte, e Palazzo Madama, oggi sede del Museo d’Arte Antica. Forse non tutti sanno che questo è uno dei luoghi del triangolo magico torinese. Se siete interessati a scoprire la storia e i luoghi magici ed esoterici di Torino potete seguire il tour “Torino Magica” che viene svolto tutti i giovedì e sabato sera alle ore 21 con partenza da Piazza Statuto.

Percorrendo i portici di Via Po si arriva in Piazza Vittorio Veneto, una delle piazze più grandi d’Europa, interamente porticata e recentemente restaurata e resa pedonale. Piazza Vittoriosi affaccia sul fiume Po guardando verso la Chiesa di S.Maria del Monte dei Cappuccini, situata in zona collinare, e verso la Chiesa della Gran Madre di Dio. E’ proprio in questa bella chiesa, dall’altro lato del fiume, che la leggenda narra si trovi il famoso Santo Graal, il calice dal quale ha bevuto Cristo durante l’Ultima Cena.

Passando per via Montebello, si raggiunge l’edificio simbolo di Torino, la Mole Antonelliana: costruita nel 1873 dall’architetto Alessandro Antonelli venne inizialmente progettata come sinagoga ma successivamente la costruzione raggiunse un’altezza spropositata (la Mole è alta 167 metri ed è l’edificio più alto di Torino). All’interno ospita il Museo Nazionale del Cinema (museo da visitare assolutamente) e l’ascensore panoramico che porta i turisti fino al tempietto, ad un’altezza di 85 metri, dal quale nelle giornate di bel tempo i visitatori possono ammirare un eccezionale panorama a 360 gradi sulla città, sulla collina torinese e sull’arco alpino con le sue cime innevate per gran parte dell’anno.

Visita il Castello di Masino, a due passi da Torino.

Un altro luogo che bisogna assolutamente visitare è il Duomo. Unico esempio di architettura rinascimentale in città e porta il nome del patrono, San Giovanni Battista. Famoso sopratutto perchè al suo interno è conservata la Sacra Sindone: dal 1997 in fondo alla navata, sul lato sinistro accedendo dall’ingresso, è custodita la più famosa stuoia di lino al mondo, quella che avvolse il corpo di Gesù Cristo dopo la crocifissione. La Sacra Sindone è conservata in una teca coperta da un telo che la protegge e può essere esposta al pubblico solo una volta ogni 25 anni durante l’ostensione (la prossima avverrà nel 2025). L’ingresso al Duomo di Torino è gratuito.

Per gli amanti degli spazi verdi c’è il Parco del Valentino, il polmone verde di Torino, con il Borgo medievale e da lì si può poi costeggiare il Po percorrendo i tipici Murazzi che ricollegano a Piazza Vittorio Veneto.

Chi dispone di più tempo, può concedersi la possibilità di ampliare il percorso e visitare altri siti culturali molto importanti di Torino. Luoghi di interesse turistico possono essere: il centro commerciale 8Gallery all’interno del Lingotto (ex stabilimento Fiat) e il nuovo Museo dell’Automobile (entrambi raggiungibili da Porta nuova con la linea 1 della metropolitana – fermata Lingotto) oppure la Basilica di Superga, situata a 650 m.s.l.m sulla Collina Torinese e raggiungibile con l’originale funicolare “Dentera”. Presso la Basilica è possibile visitare anche le tombe dei Savoia mentre dal parco circostante, nelle giornate più limpide, si può godere di un ottimo panorama sulla città di Torino.

Inoltre potrete avere l’occasione per visitare la Reggia di Venaria con i suoi grandiosi giardini e le splendide mostre temporanee o i saloni, appena riaperti, della Palazzina di Caccia di Stupinigi, oltre alle residenze sabaude nei dintorni.