Radius: Off
Radius:
km Set radius for geolocation
Search

Secondo in Italia per estensione, il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano si caratterizza per l’eterogeneità del territorio e la grande ricchezza di emergenze storiche e culturali.

Dal 1998 è Patrimonio dell’umanità dell’Unesco, con i siti archeologici di Paestum, Velia e la Certosa di Padula; dal 1997 è Riserva della biosfera e dal 2010 è il primo parco nazionale italiano a diventare Geoparco.

La flora del Parco è costituita da circa 1800 specie diverse di piante autoctone spontanee, di cui il 10% è endemica e/o rara. La più nota di queste specie è la Primula di Palinuro, simbolo del Parco, specie paleoendemica a diffusione estremamente localizzata. La fauna del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano è assai diversificata in virtù dell’ampia varietà di ambienti presenti sul territorio. Sulle vette, sulle praterie di altitudine e sulle rupi montane sono frequenti l’Aquila reale e le sue prede: la Coturnice e la Lepre appenninica. L’aquila divide questo ambiente con altri rapaci come il Falco pellegrino, il Lanario , il Corvo imperiale. Nei corsi d’acqua invece dominano le lontre: qui si trova una delle popolazioni più abbondanti d’Italia.

All’inizio del Cilento s’incontra la storica Paestum, uno dei più preziosi gioielli archeologici d’Italia, al cui interno è possibile ammirare i più belli e meglio conservati monumenti in stile dorico della Magna Grecia come il Tempio di Nettuno, il Tempio di Cerere ed il Tempio di Hera.

L’antica Velia fu fondata dai Focei intorno al VI secolo a.C., patria della Scuola Eleatica di Parmenide e Zenone che ha fecondato e illuminato la storia della filosofia occidentale; della città oggi rimane l’area portuale, Porta Marina, Porta Rosa, le Terme Ellenistiche, l’Agorà, l’Acropoli, il Quartiere Meridionale e il Quartiere Arcaico.

La Certosa di Padula è un vero e proprio gioiello dell’architettura monastica, la più grande certosa in Italia, principale esempio del Barocco del Mezzogiorno, inserita tra i Monumenti Internazionali già nel 1882; ospita oggi il Museo Archeologico della Lucania Occidentale.

certosa-di-padula

 

Address

Our Address:

Parco nazionale del cilento, Salerno

GPS:

40.3333333, 15.25

Login/Sign up